Il magico presepe dei giocondi a Pomigliano d’Arco

POMIGLIANO D’ARCO- Presepe Vivente dei Giocondi a Pomigliano d’Arco: cento figuranti e scene provocatorie per la rassegna «Fiocchi di Neve» promossa da Comune e Pro Loco. L’assessore alla Cultura, Franca Trotta: «È la prima volta che il Presepe Vivente vesuviano debutta a Pomigliano, ne siamo lieti perché è non solo un grande spettacolo denso di simbolismi e significati, ma un evento di aggregazione, clou delle manifestazioni natalizie». L’appuntamento è per domani, giovedì 29 dicembre, in corso Vittorio Emanuele. I figuranti, più di cento, usciranno in corteo dalla casa comunale alle 20.I Giocondi rappresentano la magia del Presepe da ben 36 anni, con l’attenta regia di Luigi De Simone e ogni anno, la notte del 24 dicembre, rinunciano alla cena natalizia in famiglia per trasformare il borgo antico di Sant’Anastasia in una Greccio Vesuviana. Tantissimi comuni in tutta la Regione ne richiedono la rappresentazione, da Positano a Furore, da Portici a Casoria. Quest’anno, Luigi De Simone e i Giocondi proporranno le suggestive scene, con cento figuranti abbigliati con costumi d’epoca preziosi e accurati, a Pomigliano d’Arco. Le corti di via Vittorio Emanuele ospiteranno scene dell’epoca, ma prima il corteo dei figuranti uscirà in corteo dalla Casa Comunale, uno spettacolo nello spettacolo. Dopodiché i figuranti cominceranno, ciascuno al suo posto, l’interpretazione di episodi biblici e scene di vita quotidiana.  Il culmine dell’evento, che avrà inizio alle 20, si avrà in tarda serata quando in piazza Municipio sarà rappresentata la Natività, mentre su uno schermo scorreranno le immagini della scena «provocatoria», novità del 2016: «Nasce ancora?», di grande impatto emotivo e di denuncia di alcuni aspetti della società moderna in contrapposizione al messaggio di pace del Natale.  Simbolismi, allegorie, constatazioni amare ma, alla fine, un grande messaggio di speranza.

 


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com