“Non abbiamo fatto brogli”: a Tufino l’ex amministrazione si difende

TUFINO- “I brogli elettorali non ci appartengono”. Dopo giorni di silenzio, i componenti dell’ormai ex amministrazione comunale di Tufino e della lista “Tufino Bene Comune” affidano ad un manifesto di auguri il loro commento sullo scioglimento anticipato del Consiglio comunale decretato da una sentenza del Consiglio di Stato.Una vicenda complessa e delicata, che segue anche le vie penali dopo avere occupato le aule della giustizia amministrativa. Dopo la sentenza dei giudici di Palazzo Spada che hanno stabilito che lo scorso 31 maggio le elezioni furono macchiate da presunte gravi irregolarità, e dopo l’insediamento del commissario prefettizio, “Tufino Bene Comune” si “difende” attraverso un manifesto natalizio: “La lista Tufino Bene Comune- si legge- non ha mai perpetrato o commissionato ad altri brogli elettorali. I brogli elettorali non ci appartengono. Sicuri della nostra trasparenza ed onestà agiremo nelle opportune sedi giudiziarie contro chiunque possa essere stato responsabile di tali azioni”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online