Pensioni, novità 2017: slitta la data di accredito dei pagamenti

Novità in vista per i pensionati italiani. Dal gennaio 2017 la pensione, in base a quanto disposto dal decreto legge numero 65 del 2015, sarà accreditata agli aventi diritto non più il primo giorno del mese ma a partire dal “secondo giorno bancabile”, come stabilisce l’articolo 6 del provvedimento legislativo. In base a quanto comunicato dall’Inps, la modifica concernerà i pagamenti relativi a tutti i trattamenti previdenziali, dalle pensioni ordinarie alle indennità di accompagnamento per gli invalidi civili, alle rendite vitalizie erogate dall’Inail. Quindi, per fare un esempio pratico, la pensione di gennaio non sarà pagata il primo ma il 3 gennaio. Il cambiamento potrebbe comportare dei disagi perché qualora uno dei due giorni interessati dall’accredito fosse festivo o dovesse cadere a ridosso di un ponte si potrebbe assistere a un ulteriore slittamento della valuta del pagamento della pensione.

Print Friendly, PDF & Email