Disturbatore di frequenze per compiere furti: coppia nei guai

POMPEI- Utilizzavano un’apparecchiatura per impedire comunicazioni o conversazioni telefoniche. Attraverso questo “jammer” , strumento che inibisce il funzionamento in aree limitate di segnali di telefonia mobile e di sistemi d’allarme, pensavano di poter compiere indisturbati i loro furti. Così non è stato perché i due, Luigi Russo, 31enne di Mugnano e Sabrina Gioia, 31enne di Scampia, sono stati fermati ed arrestati dai carabinieri mentre erano a bordo di una ford risultata oggetto di un furto consumato nella notte a San Giovanni a Teduccio. Stavano per portarla via quando i militari si sono avvicinati. Hanno tentato di darsi alla fuga, ma sono stati subito bloccati e perquisiti. Nella borsa della donna c’era uno jammer e svariati arnesi atti allo scasso (cacciaviti e taglierini).

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online