Lista civica Tufino ci riprova: sfida al duopolio Esposito-Ferone

TUFINO(Nello Lauro-Il Mattino)-  Elezioni ad orologeria. A 40 giorni dallo scioglimento anticipato per irregolarità nelle votazioni sancito da una clamorosa sentenza del Consiglio di Stato, la politica nel tribolato Comune alle porte di Nola ritorna a prendere le fila di un discorso interrotto bruscamente. Tufino si ritrova per la terza volta in cinque anni alle urne, dopo due aborti amministrativi che ne hanno decapitato i vertici comunali nel 2014 (quando l’allora sindaco Antonio Mascolo fu sfiduciato) e lo scorso 14 dicembre quando il provvedimento dei giudici di palazzo Spada ha sancito che le votazioni del 31 maggio 2015 furono inficiate da gravi anomalie. Si torna alle urne con la spada di Damocle di una situazione finanziaria al limite e di una instabilità amministrativa sempre dietro la porta. A pochi mesi dalle elezioni è quasi certo che tornerà la storica sfida tra Carlo Ferone, due volte primo cittadino di Tufino (nel 2001 e nel 2007), e il tre volte sindaco Francesco Tommaso Esposito, defenestrato dal Consiglio di Stato. Il dualismo tra le famiglie Esposito – Ferone continua, ma nel solco della tradizione c’è chi prova ancora una volta ad interrompere l’eterno duopolio. Lo fa “Lista civica per Tufino” che rilancia il guanto di sfida, pronta a rimettersi in gioco “con speranza e determinazione”. Il consigliere comunale uscente (fu candidato a sindaco nell’ultima tornata elettorale) Nicola Di Mauro fa un appello alla cittadina che per anni è stata il simbolo dell’emergenza rifiuti visto che ospita un ostracizzato Stir, due discariche sature e accoglierà presto un impianto di compostaggio: “Apriamo un tavolo per costruire uno schieramento politico-amministrativo capace di affrontare e risolvere le innumerevoli problematiche e i danni causati dalle amministrazioni precedenti”. “Non un passo indietro, noi siamo pronti – continua – e ci saremo: vorremo scegliere insieme candidati e candidato sindaco che intendono cambiare veramente la città”. Tra Esposito, Ferone e Lista civica, un quarto nome già sulla bocca di tutti è quello di Gerardo Bifulco, bancario, che con un manifesto pubblico ha invitato i cittadini “di buona volontà” ad aderire all’idea di una nuova compagine appellandosi ai nuovi mezzi di comunicazione, come le mail o whatsapp. Tra passato, presente e futuro Tufino prova a ripartire.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online