Ospedale di Nola, arrivano le barelle: stop ai ricoveri ordinari

NOLA- Dieci nuove barelle all’ospedale di Nola. Dieci barelle che erano quelle chieste dai vertici del nosocomio all’Asl lo scorso 4 gennaio. Con l’invio si spera di prevenire quanto accaduto sabato scorso nel corso della notte più nera del “Santa Maria della Pietà” quando un numero record di accessi (oltre 500) hanno messo in ginocchio il Pronto soccorso e le immagini di un paziente hanno messo alla gogna il sistema sanitario locale. L’azienda sanitaria locale Napoli 3 Sud ha inviato le barelle oggi, alla vigilia di un fine settimana che si preannuncia difficile per un presidio di confine e di frontiera come quello di Nola. Da stanotte sono infatti previste temperature a picco, con gelo e neve fino a bassa quota: fattori che renderanno difficile l’accesso all’ospedale di Avellino con conseguente “migrazione” dei pazienti della Bassa Irpinia verso quello di Nola. Atteso anche un aumento di casi di influenza che porterebbe ad un record di accessi d’urgenza come quello registrato lo scorso week end. Tra le soluzioni messe in campo dall’azienda sanitaria per evitare un replay di sabato notte, il blocco dei ricoveri ordinari e il trasferimento all’Apicella di Pollena Trocchia degli ammalati stabilizzati a Nola.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online