M5S finanzia asilo a Pomigliano d’Arco. Di Maio: con indennità si creano posti di lavoro

Luigi Di Maio

POMIGLIANO D’ARCO – “Nessuno ci deve ringraziare, perché questi sono i soldi delle tasse degli italiani”. Lo ha detto il vicepresidente alla Camera dei Deputati, Luigi Di Maio, nel corso della visita all’asilo nido e dell’infanzia ‘La casa del bambino’ a Pomigliano d’Arco, una delle aziende campane avviata con un cofinanziamento del microcredito ottenuto con il taglio delle indennità dei parlamentari del Movimento 5 stelle. “Questa è la dimostrazione che i soldi in Italia ci sono – ha aggiunto Di Maio – in quattro anni 130 parlamentari hanno messo insieme 20 milioni di euro serviti per avviare 4300 imprese, con le quali si sono creati 10mila posti di lavoro. Ma quei 20 milioni potrebbero essere miliardi secondo i nostri calcoli, se si facessero leggi serie con tagli di tutti gli sprechi”. La scuola è a ridosso dell’area industriale, a poche decine di metri dagli stabilimenti Fca, Alenia Aermacchi e Avio GE, ed accoglie soprattutto i figli delle operaie che fanno i turni nelle grandi fabbriche. “Economicamente non ce l’avrei fatta da sola – ha spiegato l’imprenditrice Carmen Liotta, che gestisce la scuola da settembre – avevo ottenuto 40mila euro grazie alla pensione di mia madre, ma non bastavano. Così mi sono rivolta al M5S per accedere al microcredito, ed ho avuto altri 25mila euro che mi hanno consentito di realizzare un sogno. Sono separata ed ho due bambini, conosco le difficoltà delle madri. Ho sempre insegnato, e volevo andare incontro a chi lavora e non sa come barcamenarsi con i figli. Qui vengono soprattutto operai: ci sono 30 bambini, e la scuola è aperta per ora dalle 7 alle 19. Ma se vi fossero richieste, essendo vicini alle grandi fabbriche, possiamo anche aprire prima e chiudere più tardi”. (Ansa)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com