Marzano: arrivano immigrati, sindaco convoca assemblea pubblica

MARZANO DI NOLA- Il sindaco di Marzano di Nola, Trifone Greco, promuove per domani, venerdì 24 febbraio, alle ore 18, un’assemblea popolare che si terrà nella sala consiliare del Municipio, in via Nazionale, per affrontare con la cittadinanza il tema dell’ospitalità dei “richiedenti asilo” dal momento che, con una nota, la Prefettura di Avellino ha fatto sapere all’Ente dell’imminente arrivo di immigrati che saranno ospitate presso strutture di accoglienza messe a disposizione da privati.

“Si tratta di un momento di emergenza che riguarda l’intera comunità marzanese- dichiara il sindaco-  da sempre contrassegnata dai valori dell’ospitalità e dell’accoglienza. Non bisogna però smarrire il senso di responsabilità e di razionalità che, in questo caso, devono essere tenuti in giusta considerazione. Riteniamo, infatti, inadeguata la distribuzione in una piccola comunità di un numero imprecisato di  immigrati. Mettiamo da parte i sentimenti di razzismo che non appartengono a questa comunità e a chi la rappresenta, ma siamo preoccupati poiché non conosciamo il numero di persone che verranno ubicate in questa operazione. Tra l’altro, secondo gli accordi nazionali tra Anci e Ministero degli Interni, l’ospitalità dovrebbe essere quella di 3 migranti per ogni mille abitanti”.

“Nel corso dell’incontro di domani – aggiunge Trifone Greco – rappresenteremo la nostra contrarietà ad un’iniziativa che non è stata per niente studiata con l’Ente Locale. Siamo completamente all’oscuro di questa operazione se non avvisati attraverso una nota pec della Prefettura, tra l’altro inviataci solo per conoscenza”.

All’assemblea di domani pomeriggio parteciperanno anche gli altri amministratori del Vallo di Lauro. “Con gli altri sindaci del territorio ci siamo già incontrati e abbiamo discusso – prosegue Greco -. Non solo. Venuto ufficiosamente a conoscenza di questa proprosta, ho chiesto udienza nelle scorse settimane al signor Prefetto di Avellino con il quale si è concordato di studiare, insieme ai sindaci del territorio, una soluzione unitaria in modo da poter distribuire in modo omogeneo nel Vallo di Lauro un numero adeguato di immigrati. C’è la disponibilità in tal senso di tutti i sindaci. Alzeremo però le barricate di fronte ai business che i privati intendono realizzare sulla pelle dei cittadini. Su questo saremo intransigenti e in tutti i modi cercheremo di evitare questo tipo di operazione”

Print Friendly, PDF & Email