Il rapper Clementino a Hollywood, rap nel segno di Napoli

NAPOLI – Il freestyle di Clementino dopo Sanremo sbarcherà a Hollywood: il 24 febbraio, in una giornata tutta dedicata a Napoli, il rapper nolano ritirerà insieme a Carlo Carlei (regista della serie campione d’ascolti ‘I bastardi di Pizzofalcone’), il riconoscimento ‘LA Italia Exellence Award’ assegnato dalla 12esima edizione di ‘Los Angeles Italia – Film, Fashion and Art Fest che andrà anche al musicista Giuliano Sangiorgi e al regista Giovanni Veronesi. Al Teatro Cinese, a due giorni dagli Academy Awards, Clementino si esibirà per la prima volta negli Usa e accompagnerà il film ‘Zeta’ di Cosimo Alemà, che racconta il mondo del rap e dell’hip hop italiano. ”Clementino – annuncia Tony Renis presidente onorario del festival – è il nostro più brillante freestyler, apprezzato anche dai big di Hollywood come Helen Mirren e Antonio Banderas che si sono prestati a duettare con lui ai festival di Capri e Ischia. Sara’ la sua prima volta negli Usa e gli ho promesso di fargli incontrare il suo idolo Snoop Dog. Siamo orgogliosi di premiare con lui anche Carlo Carlei, uno dei pochi registi italiani di casa negli studios di Los Angeles”. Nella stessa giornata sarà proiettata una puntata della serie di Rai Uno con Alessandro Gassman, tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni e distribuita nel mondo da Rai Com. ”Sarà l’occasione per poter ammirare la splendida Napoli che Carlei ha raccontato ne i ‘Bastardi’, suo nuovo grandissimo successo televisivo” aggiunge Renis. In programma anche altre ‘finestre’ su Napoli’ con opere di registi emergenti come ‘Core&Sang’ di Lucio Fiorentino (con Massimiliano Gallo, nel cast anche de ‘I bastardi di Pizzofalcone’) e ‘The Grotto’ prodotto e interpretato da Mario Rivelli. Da Ischia arriverà anche lo chef Ciro Calise per riproporre sapori ed atmosfere delle tipiche cene al Miramare e Castello (in occasione del Global Fest) che l’hanno reso un beniamino dei divi di Hollywood. La 12.ma edizione di ‘LA Italia’, organizzata dell’Istituto Capri nel mondo, sarà aperta dall’anteprima mondiale di ‘Non è un paese per giovani’ di Veronesi con la colonna sonora di Sangiorgi. Presidenti sono le icone della musica Mike Stoller e Corky Hale. ‘Master of Documentary’ è Gianfranco Rosi candidato all’Academy Award con Fuocoammare. In programma omaggi a Mastroianni e a Dean Martin.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com