Rapina, preso ‘o scugnat: tradito dalla dentatura

SECONDIGLIANO- I poliziotti del commissariato di Secondigliano, nel pomeriggio di ieri, hanno eseguito l’ordine di esecuzione di misura cautelare della custodia in carcere emesso lo scorso 27 gennaio dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Napoli  a carico di Antonio Grande, 43enne napoletano indagato per il reato di rapina aggravata.  Gli agenti dallo scorso novembre erano sulle tracce dell’uomo che, insiemead un complice, aveva rapinato un uomo mentre questi a bordo della sua autovettura in Via del Cassano. Il rapinatore, alla guida di uno scooter, ha avvicinato l’autovettura ed il complice con volto coperto da casco ed impugnando una pistola si fece consegnare soldi e la fede nuziale. In seguito ad accurate indagini i poliziotti sono risaliti all’uomo soprannominato “o’ scugnat”, per la mancanza di alcuni denti, particolare questo riferito dalla vittima che ne ha consentito l’individuazione.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online