Crisi nel Bel Sito, si dimette il vicesindaco Sangermano

SAN PAOLO BEL SITO- Crisi di primavera per l’amministrazione comunale di San Paolo Bel Sito. Con una nota protocollata lo scorso 27 marzo ha rassegnato le dimissioni il vicesindaco Maria Grazia Sangermano. L’ex vice di Manolo Cafarelli ha spiegato le ragioni delle dimissioni in una lettera molto critica indirizzata al primo cittadino in cui accusa la squadra di governo di scarsa sinergia: “Si vive in una campagna elettorale continua in cui l’uno scavalca l’altro”. “In alcuni momenti lei, signor sindaco, mi ha fatto mancare la sua fiducia ed il suo sostegno: ed è soprattutto questo che mi porta a compiere la scelta di oggi”. Critiche anche sull’azione amministrativo che, per l’ormai ex vicesindaco, è “bloccata, frenata”: “La città aspetta segnali, risposte- scrive- Ho provato, con umiltà e correttezza a creare rapporti collaborativi con lei ed i colleghi assessori per rendere maggiormente visibile l’impegno di tutti a fare di questo paese un luogo migliore. La logica del rimandare a domani i problemi davvero non mi appartiene. Bisognrebbe che da più parti si facesse altro: costruire, rinnovare, ridare speranza”. Sangermano lascia la fascia di vicesindaco ma, sottolinea, resta consigliere comunale compiendo “secondo coscienza” una scelta di “distinguo dall’attuale vicenda amministrativa”. Una decisione che apre possibili scenari in vista anche dei prossimi appuntamenti del Consiglio come la votazione del bilancio. Sangermano potrebbe non votare a favore del documento contabile.

Print Friendly, PDF & Email