M5S, sbloccati bandi per opere strategiche a Portici, Ercolano e San Giorgio a Cremano

PORTICI –  “Ancora una volta la politica vera, quella che si concretizza con azioni che hanno come unico fine lo sviluppo del territorio, ha avuto la meglio sulla politica delle chiacchiere e degli slogan praticata dal sistema dei vecchi partiti. Grazie ad un’azione congiunta di cittadini attivi, consiglieri e parlamentari del Movimento 5 Stelle, la Centrale unica di committenza, che ha come capofila il Comune di Portici e a cui fanno riferimento i Comuni di San Giorgio a Cremano, Ercolano e San Sebastiano al Vesuvio, è finalmente operativa. Un organismo strategico che garantisce una gestione trasparente e più efficiente del sistema degli appalti pubblici, arenatosi all’indomani della sua presentazione in pompa magna, il 25 maggio scorso, sotto i colpi dell’incapacità di chi l’ha tenuto a battesimo: l’allora sindaco di Portici, Nicola Marrone, e i primi cittadini di Ercolano e San Giorgio a Cremano, i piddini Ciro Bonajuto eGiorgio Zinno”. E’ quanto denunciano il senatore Sergio Puglia, il consigliere metropolitanoDanilo Cascone, il capogruppo M5S al Consiglio comunale di San Giorgio a CremanoPatrizia Nola, il consigliere comunale di Ercolano Gennaro Cozzolino, e gli attivisti del gruppo M5S Portici Giovanni Erra e Alessandro Caramiello.

“Il disinteresse degli stessi attori che si erano pavoneggiati nel giorno della conferenza organizzata per annunciare l’istituzione della Cuc – sottolineano portavoce e attivisti M5S -, ha prodotto lo stop della Centrale unica appaltante, bloccando di fatto bandi strategici per i territori coinvolti. La battaglia del Movimento 5 Stelle, che ha avuto il suo epilogo in un’interrogazione al Senato depositata l’8 febbraio scorso, ha costretto il Governo a sollecitare i quattro Comuni interessati a risolvere in tempi rapidi i problemi procedurali, rendendo finalmente operativa la Cuc. Sono stati sbloccati così bandi per opere di rilievo strategico, come la riqualificazione di numerose arterie stradali e dello stadio San Ciro, nel Comune di Portici, e presto saranno banditi i lavori altrettanto rilevanti, come il restyling di piazza Troisi a San Giorgio a Cremano. Opere che garantiscono anche una notevole ricaduta occupazionale”. 

“Un successo raggiunto grazie all’impegno e all’onestà di cittadini il cui obiettivo era quello di non perdere un’opportunità, come la Cuc, che consente una più efficace funzione di controllo degli appalti pubblici contro il pericolo di episodi di corruzione, un notevole risparmio per le casse dei quattro comuni coinvolti nella stazione unica appaltante, oltre a garantire l’investimento di fondi spesso tornati al mittente per ritardi e cattiva gestione nelle procedure di gara”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com