San Paolo Bel Sito: passa il bilancio ma Cafarelli pensa al rimpasto. Cava col Pd

SAN PAOLO BEL SITO-  Primo consiglio comunale dopo le dimissioni del vicesindaco Maria Grazia Sangermano, l’ex braccio destro del sindaco Manolo Cafarelli che lo scorso 27 marzo ha protocollato la lettera di dimissioni restando comunque consigliere. Era atteso in particolare il voto di Sangermano e di un altro consigliere di maggioranza “dissidente”,  Ernesto Mercogliano,  sul bilancio. Il documento contabile è stato approvato coi soli voti della maggioranza superstite, mentre i due ex componenti della maggioranza si sono astenuti e la minoranza ha votato contro. Dopo l’uscita dal governo locale di Maria Grazia Sangermano, secondo indiscrezioni Cafarelli starebbe pensando ad un rimpasto: una fase politica intensa, per il Bel Sito, caratterizzata anche dal passaggio del consigliere Benedetto Cava al Partito democratico. L’ufficializzazione è arrivata proprio in Consiglio comunale: “La situazione politica del mio paese è seriamente peggiorata negli ultimi mesi- ha dichiarato Cava-  All’ immobilismo che ha contraddistinto i primi due anni della maggioranza ora assistiamo ad un lancio di accuse reciproche tra il sindaco ed i suoi assessori. Il sindaco dovrà con un atto forte dare un cambio di rotta nell’interesse dei nostri concittadini. Ed è anche per questo che ho deciso di aderire al gruppo del Pd in consiglio, per poter fare squadra per ricordare che la politica non si fa da soli ma soprattutto per preparare un nuovo gruppo di persone che abbia a cuore il nostro bellissimo paese. Con noi giovani consiglieri del Pd ci sarà in primavera politica a San Paolo e lavoreremo dentro e fuori la casa comunale per diffondere le nostre idee e far partecipare quanta più gente possibile a questo rinnovamento”.

Print Friendly, PDF & Email