Droga, machete e pistola in casa: finisce il cella pusher bengalese

CASERTA- I carabinieri dell’aliquota Operativa della Compagnia di Marcianise, a San Marco Evangelista hanno arrestato Abdul Motin Babor , originario del Bangladesh ma di fatto domiciliato a San Marco Evangelista, ritenuto responsabile di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente e detenzione di arma clandestina. I militari dell’Arma lo hanno notato mentre cedeva una dose di sostanza stupefacente ad un occasionale acquirente. Al termine dell’attività di osservazione i carabinieri hanno bloccato un secondo acquirente facendo ingresso nell’abitazione dello spacciatore  dove, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, hanno rinvenuto e sequestrato 12 dosi di marijuana, 50 di hashish, 4 biste di marijuana e 20 grammi di semi di marijuana,  un machete di 50 cm di lunghezza,  una pistola a salve marca Kimar Derringer cal. 6 mm, modificata e pronta all’uso con due cartucce con ogiva in piombo già inserite in canna. Sequestrati anche oltre 3mila euro.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online