Furti d’auto e moto, Campania e Lazio le regioni dove spariscono più veicoli: ecco i più rubati

Scendono i furti di auto e moto in Italia. E’ quanto emerge dai dati pubblicati dalla polizia. Anche per il 2016 si registra infatti un decremento generale del 6,58% rispetto al 2015, che era già in calo del 5,29% sul 2014. In particolare i furti d’auto scendono del 5,20%, quelli delle moto del 9,38% e quelli dei mezzi pesanti del 9,76%. Su base regionale, per le auto, le più virtuose sono Valle d’Aosta, Trentino e Umbria.

In Valle d’Aosta solo 53 furti in un anno – In tutto nel 2016, per quanto riguarda auto e furgoni, i furti sono stati 108.090, contro i 114.121 del 2015. Il primato della classifica dei colpi messi a segno spetta invece alla Campania, con 23mila furti e una percentuale di recupero del 33%, seguita da Lazio e Puglia. Controtendenza il Piemonte, che regista un incremento del 6,82% sul 2015. Le regioni più sicure sono la Valle d’Aosta, con appena 53 furti, il Trentino con 210 e l’Umbria con 386.

Alla Campania il primato per i colpi messi a segno – Le due ruote rubate sono state invece 45.351, rispetto alle 50.048 dell’anno precedente. Anche in questo caso il primato negativo spetta alla Campania, con 9.077 furti e una percentuale di recupero del 25%, seguita da Lazio e Sicilia. Piaggio, Honda e Yamaha le moto preferite dai ladri. Per i mezzi pesanti, infine, il decremento è stato del 9,76%. La Campania si conferma la regione più a rischio, seguita da Lombardia, Sicilia e Puglia.

L’auto più rubata in assoluto è la Panda, che non sarà più prodotta in Italia. Sul podio altri due modelli della FIAT, ovvero 500 e Punto. I fuoristrada più ambiti dai ladri sono invece i marchi Land Rover in prima posizione, a seguire Nissan e Toyota. Per quanto riguarda i mezzi a due ruote, le case di produzione più colpite sono le giapponesi Honda e Yamaha, rispettivamente in prima e terza posizione, e l’italiana Piaggio tra le due.







Utenti online