Pasqua di polemiche nel Bel Sito, il Pd contro il sindaco

SAN PAOLO BEL SITO- “Nell’ultimo consiglio comunale si è consumata la crisi della maggioranza”. Non si placano neanche a Pasqua le polemiche nel Bel Sito, dove il Partito democratico “esce” con un manifesto in cui stigmatizza l’operato dell’amministrazione Cafarelli. “Le difficoltà e gli scontri interni- dichiarano i Dem- sono evidenti. Le dimissioni del vicesindaco (Mariagrazia Sangermano ndr)testimoniano una rottura significativa”. “Suonano poco credibili i commenti del sindaco che tendono a minimizzare un caso eclatante- continua la nota- trattandosi di chi fa le veci del sindaco. Che una investitura a vicesindaco venga concessa solo per “accodi politici”, per poi finire con commenti distruttivi riteniamo sia una brutta pagina di politica per San Paolo”. Cafarelli-polemizzano gli esponenti del Partito democratico “dovrebbe abbassare i toni per rispettarci tutti”.

Alla crisi interna, continuano i Democratici del Bel Sito ai quali di recente si è unito il conigliere Benedetto Cava,  si aggiunge “il mancato rispetto dei punti programmatici”. Nota dolente anche il bilancio passato con una maggioranza “risicatissima, compreso il presidente del Consiglio comunale super partes”: “Riteniamo che questo documento manchi di programmazione strategica, non ci sono idee né proposte innovative. Le tasse non sono state alzate, ma lo impone la legge. I giovani sono ignorati, così come le politiche per le persone svantaggiate”.

“Noi siamo pronti a fare la nostra parte-conclude la nota- purché gli interessi della comunità prevalgano su quelli dei singoli, si lavori sulla programmazione, si completino le opere incompiute, si migliori la qualità dei servizi, si stoppi la terziarizzazione selvaggia (per esempio il servizio riscossione tributi).

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online