Cicciano, disco verde al bilancio ma è polemica su aumento Tari

CICCIANO- La maggioranza approva il bilancio di previsione 2017/2019. L’importante documento contabile è stato approvato nel corso dell’ultimo consiglio comunale con il voto a favore di del sindaco Arvonio con Antonio Amato, Lucia Marotta, Giovanni Corrado, Annalisa Casoria, Antonio Casoria, Gennaro D’Avanzo, Maria De Riggi e Lucio Amato. Contro i consiglieri Giuseppe Tarantino, Felicia Delle Cave, Giovanni Capolongo, Aniello Capolongo, Nicola Dell’Anno, Antonio Ardolino, Aniello Pizza. Assente per motivi personali Veria Vassallo.  Aspre contestazioni per il bilancio sono state espresse nel corso dell’assise dai rappresentanti di “Cicciano Libera” (Ardolino, Pizza e Dell’Anno) e dai consiglieri Giovanni e Aniello Capolongo. Duro il commento del gruppo “Insieme per il bene comune”, composto da Felicia Delle Cave e Giuseppe Tarantino, che stigmatizzano l’azione dell’amministrazione: “L’attuale maggioranza ha approvato il bilancio di previsione con il quale sono state aumentate tutte le tasse per i cittadini, una su tutte la Tari, aumentata di circa il 5%”. Questo è avvenuto, continuano i consiglieri, a dispetto delle rassicurazioni della maggioranza a dicembre: “L’ennesima bugia di una amministrazione sprecona”. Per Tarantino e Delle Cave i casi sono due: “Il reale aumento è superiore al 5% in quanto l’isola ecologica di recente inaugurata produce comunque risparmio” oppure “l’isola ecologica è una farsa perché non sanno farla funzionare in quanto doveva portare benefici in termini di costi e non di certo un aumento”. Il gruppo lancia poi una campagna di adesioni sulla pagina Facebook per accogliere proposte e rimostranze dei cittadini. Non si è fatto attendere anche il commento di Forza Italia, il cui circolo cittadino è rappresentato nell’assise dal consigliere Veria Vassallo: “Questa- polemizzano- è l’ennesima sgradita sorpresa dell’amministrazione Arvonio”. Sul tema della Tari, peraltro, proprio il consigliere Vassallo aveva proposto (ottenendo 8 voti a favore contro 6 astenuti nell’assemblea consiliare di febbraio) la rateizzazione dei pagamenti richiesti per l’anno 2013: “Ma non è stato preso ancora alcun provvedimento, ancora una volta i ciccianesi si trovano a subire azioni amministrative con il solo scopo di battere cassa”. “Il bilancio di previsione- continuano gli esponenti del partito di Berlusconi- è l’espressione di questa maggioranza: un intruglio, un calderone, un misfatto” bocciato, ricordano, dallo stesso revisore dei conti. Anche da parte del coordinamento forzista ciccianese arriva dunque l’appello ai cittadini: “Si è perso di vista il pilastro portante della buona politica: il bene comune è diventato ormai solo argomento strumentale ai fini delle campagne elettorali , ma i nostri territori hanno bisogno di continuità nei fatti e soprattutto di progettualità che possano rilanciare le nostre realtà. Forza italia Cicciano intende palesare il confronto e condividere le vedute con qualsiasi partito esistente sul territorio, intende spronare le coscienze politiche di ogni singolo, vuole promuovere una reale, giovane e nuova politica , una politica “sociale” , una politica che non esclude ma include , che partecipa e opera per il bene della comunità’,una politica che possa essere garanzia di fiducia , una guida per i cittadini che non devono sentirsi disorientati nelle fasi elettorali : intendiamo contribuire ad una società che si riconosca in degli ideali e che supporti i propri rappresentanti perché’ li riconosca tali nel corso del loro operato: una politica dei fatti , una politica concreta ,una politica in cui credere”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online