Truffa smaltimento rifiuti, arrestato imprenditore

MADDALONI-Truffa aggravata e falco: con queste accuse si trova agli arresti domiciliari Luciano Sorbo, amministratore delegato e procuratore speciale di due ditte specializzare nel settore dello smaltimento dei rifiuti. Nei confronti dell’uomo anche un sequestro preventivo per l’importo di 381mila euro. Stando alla nota della Procura di Santa Maria Capua Vetere l’imprenditore avrebbe alterato il “sistema di pesatura degli automezzi che conferivano i rifiuti della categoria umido/organico, Cod. Cer 2001008, presso lo stabilimento di Pastorano, in modo tale da far apparire un quantitativo di rifiuti superiore rispetto a quello reale, inducendo in errore, circa i dati riportati nei formulari e nelle fatture, i Comuni di Vitulazio e Bellona che corrispondevano così, a favore della
ditta, importi gonfiati”. Si trattava secondo gli inquirenti di una truffa per mostrare uno smaltimento superiore a quello effettuato “lucrando ingenti importi sulla differenza”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online