Baianese: inchiesta sulla morte del contadino morto dopo avere appiccato rogo agricolo

MUGNANO DEL CARDINALE- Inchiesta sulla morte del pensionato di Mugnano deceduto nel suo terreno agricolo. L’uomo, Carmine Perna di 72 anni, perse la vita lo scorso 6 luglio nel suo fondo in località Vanvitelli al confine tra Baiano e Mugnano. La sua morte fu causata dai fumi dell’abbruciamento di stoppie che a quanto pare lui stesso aveva provocato lavorando.  Sul posto erano intervenute le squadre della Regione Campania e della Sma per domare il rogo che in pochissimo tempo sfuggito dal controllo del pensionato. E proprio durante le operazioni di spegnimento gli uomini del servizio Aib avevano ritrovato il corpo esanime del pensionato, subito trasportato all’obitorio dell’ospedale «San Giuseppe Moscati» per l’esame autoptico al fine di stabilire le cause della morte. A dare comunicazione dell’inchiesta sul rogo mortale,come riporta il quotidiano Il Mattino, è stato il Ministro all’Ambiente Gianluca Galletti, che dinanzi alla commissione Ambiente del Senato ha rivolto l’attenzione alla situazione dell’Irpinia devastata dai roghi. “Il procuratore di Avellino ha comunicato che è stato iscritto un procedimento penale in seguito al decesso di un uomo che era intento a provocare un incendio esteso su un’area di circa 200 metri” ha affermato.Si tratterebbe del primo caso nazionale di una inchiesta su un decesso per rogo agricolo.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com