Festa dei gigli, dice addio il presidente della Fondazione Raffaele Soprano

NOLA- Una festa modello nazionale di sicurezza, secondo le parole del sindaco Geremia Biancardi, ma che non riesce a diventare anche modello di organizzazione. Nei giorni scorsi il presidente della Fondazione Festa dei Gigli, l’avvocato Raffaele Soprano, ha rassegnato le dimissioni dal vertice dell’ente. I motivi sono racchiusi in una lunga lettera che è anche un atto di condanna contro quelle che considera le mancanze gravi della kermesse. Dimissioni irrevocabili, quelle di Soprano che da tre anni era alla guida della Fondazione e che arrivano alla fine di una edizione molto difficile, caratterizzata da tantissime polemiche soprattutto sulla costruzione di tre degli 8 gigli “fuori misura” rispetto alle regole imposte eppure graziati in extremis.

“Ho dovuto prendere atto che il quotidiano e gravoso impegno da me profuso all’interno dell’organismo per oltre 3 anni, con autentico spirito di servizio verso la città, è stato troppo spesso ripagato con diatribe, atti di intolleranza e/o di insubordinazione di alcuni operatori e/o protagonisti della festa dei gigli- scrive Soprano-  nonché con deplorevoli interventi provenienti da una parte della città la quale, facendo uso improprio e strumentale di canali informatici ed in assenza di un leale e corretto confronto dialettico, si è costantemente abbandonata ad affermazioni che non ho difficoltà a qualificare “rozze e volgari””.

Tra le altre cause  “l’assenza di un direttore artistico (non nominato per evidenti problemi di bilancio, la mancanza di una sede stabile ed operativa, la impossibilità di assumere (per evidenti motivi di bilancio) personale di segreteria. Tutto ciò ha comportato che il consiglio, i consiglieri ed il sottoscritto, troppo spesso, sono stati impegnati a svolgere funzioni esecutive piuttosto che decisionali e o di indirizzo. Lascio 1‘ incarico con la consapevolezza che colui che vi succederà farà di più e meglio di quanto è stato da me fatto”

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online