Nola: due avvisi di garanzia per il sindaco Biancardi

NOLA-Due avvisi per il sindaco di Nola Geremia Biancardi. Le informazioni di garanzia riguardano due vicende diverse, ovvero la gestione del centro di raccolta rifiuti e  il taglio di alcuni alberi nella villa comunale. La notizia dell’indagine sul centro raccolta è prima trapelata dalla stampa poi confermata dal primo cittadino che ha infine aggiunto di essere indagato anche per la vicenda della villa comunale. L’avviso di garanzia sul centro raccolta di Boscofangone riguarda la struttura istituita nel 2009 e sempre affidata al Comune di Nola ma dal 2012 dall’ente affidata alla Buttol, azienda che ha in appalto la raccolta differenziata a Npòa. Secondo la Procura di Nola la società non avrebbe avuto i requisiti di legge. Una “ipotesi contravvenzionale” dichiara Biancardi insieme al quale sarebbero indagati alcuni esponenti della ditta che avrebbe beneficiato dell’affidamento. Il secondo avviso di garanzia riguarda un’indagine per un episodio avvenuto nel giugno del 2015, in occasione della festa dei Gigli quando Biancardi fece abbattere alcuni alberi malati nella villa comunale dopo una perizia dell’Unioversità Federico II. Geremia Biancardi ha ribadito “!la piena fiducia nella magistratura e nelle forze dell’ordine nella consapevolezza di aver sempre agito nell’osservanza della legge ed a tutela dei cittadini”.


No Banner to display








Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com