“Perdonami, Immacolata”: nel Baianese caccia all’autore del manifesto di scuse

MUGNANO DEL CARDINALE – Nell’era dell’amore 2.0, spunta un romantico manifesto anonimo. Accade a Mugnano dove qualcuno venerdì notte ha riempito le cantonate del paese di messaggi d’amore dedicati ad “Immacolata”, misteriosa musa destinataria di un accorato appello in rima. Un appello che a quanto pare è stato scritto con l’intento, chissà se andato a buon fine, di farsi perdonare. Il poeta innamorato in verità non ha dato molto spazio all’originalità preferendo ricorrere ai versi noti di “Bambina nello spazio” di Gianluca Grignani: “Da quando ho incontrato te- scrive- io non dormo più, e vivo a testa in su guardando il cielo blu da dove arrivi tu. Come brilli, sai, da che stella cadrai”. Il testo è poi un climax di teneri tentativi di ricucire uno strappo amoroso: “Chissà se mi perdonerai- e qui l’autore ci mette del suo- per le cose che ti ho fatto, e per le cose che non ti ho detto. Io ti amo come non ho amato mai. Ho paura di perderti”. L’apparizione del manifesto bianco e rosso a Mugnano ha destato non poca curiosità e divertimento, ed è subito scattata la caccia alla misteriosa Immacolata diventata, suo malgrado, non più solo oggetto del desiderio del suo fidanzato (o ex?) ma anche del gossip di chi ha letto, fotografato e commentato i volantini su cui spicca un grande cuore rosso. “Ho paura di perderti- scrive l’innamorato- io sono tuo ed il mio cuore è fragile perché è nelle tue mani ormai”. Versi da giovanissimi amanti, pieni di entusiastica esuberanza, che hanno intenerito chi li ha letti ed ha sperato che Immacolata abbia infine perdonato.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online