Schianto sulla Nazionale,sotto accusa la velocità ed un sorpasso azzardato

AVELLA (Il Mattino) – Un sorpasso azzardato in curva ed a velocità sostenuta. Devastante l’impatto tra due auto di grossa cilindrata lungo la Nazionale 7bis ad Avella: i due conducenti sono stati trasportati all’ospedale “Santa Maria della Pietà”. Sangue sull’asfalto ieri sera tra Avella e la frazione di Schiava di Tufino, lungo un tratto della Nazionale che già in passato è stato teatro di gravi sinistri anche mortali. Una strada che porta a spingere sull’acceleratore ma poi si restringe in curva e diventa pericolosa in prossimità di un distributore di benzina. Arrivati a questo punto con striscia continua non pochi conducenti si lasciano comunque ad andare a manovre azzardate. E sarebbe accaduto proprio questo ieri sera tra le due automobili, una Kia Sportage ed una Nissan Quasquai, guidate da due giovani di Avella. Stando ad una prima ricostruzione, affidata al lavoro dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Baiano e della stazione di Avella, le due auto procedevano a velocità sostenuta su direzioni opposte lungo la trafficata arteria che divide in due il Mandamento Baianese. Una scelta fatale di uno dei due, un sorpasso su striscia continua, ha causato l’impatto frontale devastante. I musi delle due auto si sono accartocciati, sull’asfalto benzina ed olio mentre all’interno degli abitacoli i due feriti giacevano inermi e privi di conoscenza. In entrambi i casi gli airbag sono letteralmente esplosi attutendo il colpo, ma gli automobilisti hanno riportato comunque gravi contusioni che hanno reso necessario il trasporto d’urgenza presso il vicino ospedale di Nola. Il più grave, che ha riportato la frattura del femore, è stato estratto con non poche difficoltà dalla vettura e con grande cautela posizionato sull’ambulanza giunta dal presidio di recente trasferito al Cis di Nola. Il traffico lungo la Nazionale è rimasto bloccato per circa due ore, con una lunga fila di auto incolonnate da Tufino ed il flusso veicolato dai carabinieri verso il casello autostradale di Tufino per chi doveva prendere la direzione Avellino. Scene strazianti all’arrivo di alcuni parenti dei feriti che in lacrime si sono resi conti della gravità dell’incidente ed hanno chiesto rassicurazioni dai sanitari. La circolazione, grazie all’intervento dei militari, è poi tornata normale. Nei prossimi giorni si dovranno chiarire le cause precise del sinistro. Di sicuro sotto accusa ci sono manovre azzardate e velocità. Nelle prossime ore saranno effettuati esami tossicologici su entrambi i guidatori.


No Banner to display








Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com