Amianto killer, inizia la rimozione del silos di Isochimica ad Avellino


AVELLINO- Questa mattina sarà rimosso il silos di Isochimica, ad Avellino. I lavori fanno parte dell’intervento di bonifica e messa in sicurezza dell’ex impianto iniziato lo scorso anno con uno stanziamento regionale di 1.600.000 euro. Sono stati già stati rimossi, e portati nell’impianto di smaltimento finale autorizzato di Collegno (Torino), il silos minore, alto 14 metri, la gru, e 30 cubi di cemento contenti amianto friabile, per un peso complessivo 81.957kg.
Il taglio con il calo a terra del silos grande, alto oltre 20 metri, costituisce l’intervento più complesso e significativo dell’intervento. Attorno al silos, utilizzato per depositare l’amianto friabile rimosso dalle carrozze ferroviarie, è stata realizzata una solida struttura in ferro costituita da travi, pilastri e controventature con funzione portante. In questo modo è stata sottratta la funzione portante al silos, corroso in più punti ed affetto da gravi fenomeni di degrado.
Sono stati già stati rimossi, e portati nell’impianto di smaltimento finale il silos minore, alto 14 metri, la gru, e 30 cubi di cemento contenti amianto friabile, per un peso complessivo 81.957kg. Complessivamente per la bonifica del sito di Avellino la Regione ha già stanziato 8,5 milioni di euro.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online