cimitile 2018 top lato A

Bufale on line, stavolta tocca alla Coca Cola infettata dal virus Hiv

Ancora bufale online che vanno a colpire note multinazionali. L’ultima bouatade telematica è stata comunicata sul sito della Polizia di Stato tramite un post pubblicato su “Commissariato di PS On Line – Italia”. Nel mirino, questa volta la Coca Cola con un messaggio che in un italiano stentato invita a non consumare alcun prodotto del colosso delle bibite con il tentativo di renderlo credibile mediante la pubblicazione di un fantomatico avviso di richiamo del Ministero della Salute che è visibile nella fotografia che alleghiamo. Questo il testo dell’allerta della Polizia Postale:” BUFALA ALLA #COCACOLA. Svariate segnalazioni ci portano alla nostra attenzione questo messaggio che se pur allarmante risulta privo di ogni fondamento. Cerchiamo di valutare quali messaggi condividere e quali cestinare. Con un minimo di buon senso possiamo limitare questo fenomeno.”. Ovviamente, rileva Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” si tratta di una vera e propria bufala, in quanto i richiami dei prodotti alimentari sono tutti verificabili nei siti istituzionali.


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com