Scoperta centrale di falsificazione di documenti e bolli, 2 arresti

LAGO PATRIA- Truffatori arrestati dai carabinieri. Si tratta del 77enne Paolo Ceccanti e del 63enne Vincenzo Cormio di Giugliano, accusati di falsificare documenti per effettuaretruffe. I carabinieri hanno perquisito Ceccanti trovandolo in possesso di 16 patenti in bianco, 56 ologrammi adesivi con simbolo a stella e della comunità europea, 2 carte di circolazione in bianco, una punzonatrice con il timbro di un comune toscano, 62 marche per diritti di segreteria e 93 carta d’identità in bianco nonché tre titoli di viaggio per stranieri tradotti in francese, una pinzatrice per occhielli, 68 occhielli per carte d’identità, 3 timbri in ottone relativi a vari comuni, 51 timbri di plastica di vari comuni, questure e uffici pubblici d’Italia, una carta d’identità e una tessera sanitaria intestati a una presunta cittadina di bergamo, 7 fototessera di ceccanti, biglietti vari e fotocopie di documenti. Le attivita’ successive hanno portato alla individuazione di una casa iche si è scoperto essere la stamperia e nella quale dimorava Vincenzo Cormio. Qui sono stati rinvenuti 10 macchinari per stampa e produzione di vari documenti e 275 wild card i varie fasi di lavorazione, nonché vari tipi di toner, 2 computer portatili e 3 hard disk esterni e pen drive.
Ceccanti è ora ai domiciliari mentre Cormio è  a poggioreale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online