Acerra, sequestro di 2,2 milioni di euro ai Pellini

ACERRA- Nuovo sequestro patrimoniale nei confronti del gruppo imprenditoriale riconducibile ai fratelli Pellini di Acerra. Il Nucleo di polizia tributaria di Napoli lo scorso 14 febbraio aveva già eseguito un sequestro da 200 milioni di euro nei confronti di Giovanni, Salvatore e Cuono Pellini. Furono sequestrati 250 fabbricati, 68 terreni, 50 autoveicoli ed automezzi industriali, 3 aeromobili e 49 rapporti bancari. “In quella circostanza-si legge nella nota-  era emersa, come particolarmente anomala, l’irrisoria quantità di capitali liquidi rintracciati sui conti correnti dei citati imprenditori. Prendendo le mosse dalle indagini sugli asset patrimoniali riconducibili alla stessa famiglia PelliniI, il Gico di Napoli ha quindi sviluppato ulteriori mirati accertamenti di natura economico-patrimoniale, soprattutto attraverso l’esame e l’approfondimento della copiosa documentazione reperita presso alcune banche”. In seguito alle indagini, la polizia giudiziaria ha individuato una società fiduciaria con sede a Milano presso la quale i fratelli Pellini avrebbero acceso un mandato fiduciario “la cui esistenza è stata artatamente dissimulata mediante fittizia intestazione alle rispettive mogli”. Sequestrati in tutto 2,2 milioni di euro in denaro contante e titoli di stato.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online