Camposano, Rescigno attacca Barbato: chi pagherà spese Maserati?

CAMPOSANO- La Maserati della discordia. Fa discutere e divide la delibera approvata su proposta del sindaco Franco Barbato con cui il primo cittadino mette a disposizione la propria auto, una Maserati Ghibli da 70mila euro, come vettura di rappresentanza. Nel documento si spiega che tutte le spese relative all’auto sono a carico del primo cittadino, ma proprio su questo punto è scoppiata la polemica. Si chiede infatti il consigliere di opposizione Carmela Rescigno: “Dopo aver letto la delibera confusa e raffazzonata in cui si propone di mettere a disposizione del comune il proprio Maserati visto che l’autovettura comunale appare obsoleta , il dubbio nasce spontaneo: chi pagherà il carburante, l’assicurazione, la tassa di circolazione e la manutenzione ordinaria? Spero proprio che non toccherà ai cittadini di Camposano e che tutto ciò non sarà solo l’antefatto di un ennesimo debito fuori bilancio”. L’idea di Barbato di mettere a disposizione il proprio bolide per l’ente, inoltre, viene aspramente criticata: “E’ un’altra pagliacciata- continua Rescigno-. Comprendo l’esigenza di Barbato di dover porre rimedio all’ennesima promessa fatta in campagna elettorale e non mantenuta di non rinunciare allo stipendio di sindaco nonostante il comune sia in un evidente “affanno” economico e di doversi inventare qualcosa di “plateale” per sopperire ad un attività amministrativa inconcludente e non all’altezza delle necessità reali del paese”. Infine la stoccata: “Visto che anche la casa comunale e’ vecchia perché Barbato non mette a disposizione la sua dimora per gli uffici comunali, tanto le bandiere già le ha messe?”.

Print Friendly, PDF & Email