No Banner to display

Dodicenne si ustiona e si lancia da finestra, dramma a Baiano

BAIANO (Bianca Bianco Il Mattino)- Un volo di quattro metri dal balcone di casa. Il gesto disperato di un bambino avvolto dalle fiamme. Un episodio agghiacciante quello che si è consumato ieri pomeriggio a Baiano, in via Santissimi Apostoli, nel cuore del comune mandamentale. Erano le 18 quando un dodicenne si è lanciato dal primo piano della sua abitazione in preda al panico dopo essere rimasto coinvolto in un incidente con una stufetta. Un ritorno di fiamma e le lingue di fuoco hanno rapidamente avvolto i suoi abiti e poi il corpo. Il ragazzino, terrorizzato, ha visto come unica via di salvezza il balcone dal quale si è lanciato. Si trova ora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Santobono di Napoli, non sarebbe in pericolo di vita ma ha riportato traumi, fratture ed ustioni su tutto il corpo. Un miracolo, secondo chi ha assistito alla scena, che non abbia riportato conseguenze più serie. Secondo quanto ricostruito, l’adolescente si trovava da solo con la sorellina di qualche anno più piccola in una stanza al primo piano dell’abitazione. La madre si era temporaneamente allontanata. Forse per il primo freddo di queste ultime giornate di ottobre o magari per un semplice gioco tra fratellini, il ragazzo ha acceso una piccola stufa a legna ma per avviare il fuoco avrebbe usato dell’alcol. Una scelta che poteva costargli carissimo. Dopo avere versato il liquido, un ritorno di fiamma ha avviluppato i vestiti del dodicenne in pochi secondi. I vicini di casa hanno sentito le urla del piccolo e quelle della sorellina, sconvolta dalla visione del fratellino che in pochi secondi ha deciso di compiere un gesto irrazionale che al momento gli è sembrato quello utile a salvargli la vita: si è lanciato dal balcone. Una caduta dall’altezza di quattro metri circa. Il ragazzino è finito direttamente sul selciato di via Santissimi Apostoli dove è stato soccorso. Sul posto i sanitari del 118 che lo hanno trasportato al “Moscati” di Avellino ed infine lo hanno trasferito al Santobono di Napoli dove è ricoverato in prognosi riservata ma non in pericolo di vita. Ha riportato ustioni al torace e diverse fratture, i sanitari lo tengono sotto stretta osservazione. Soccorsi anche per la madre che, alla vista del figlio sul selciato, ha avvertito un malore. Sul luogo del terribile incidente i militari del nucleo radiomobile della Compagnia di Baiano, diretta dal tenente Gianluca Candura, che hanno effettuato i primi rilievi per stabilire l’esatta dinamica di un incidente che ha sconvolto l’intera comunità del Baianese.


No Banner to display






TAG


Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com