Roccarainola, hacker ruba dati del Comune e chiede riscatto

ROCCARAINOLA (Nello Lauro – Il Mattino) –  Un “rapimento” e una richiesta di riscatto. Non si tratta, per fortuna, di persone. Ma della banca dati del comune di Roccarainola. Il 14 dicembre scorso un hacker, da un indirizzo indiano, ha violato il server e rubato i dati personali dei cittadini del piccolo centro alle porte di Nola. Non solo. L’anonimo pirata digitale ha anche inviato dei file che indicavano la criptazione dei dati e le modalità  di pagamento per il recupero dei dati trafugati. Una situazione che ha costretto il sindaco Raffaele De Simone a chiamare un tecnico informatiCo per cercare di risolvere la delicata situazione che ha costretto qualche cittadino a recarsi nella vicina Cicciano per la carta di identità mandando in crisi anche gli uffici del settore finanziario e l’ufficio elettorale. In più lo stesso primo cittadino di Roccarainola si è recato ieri mattina al commissariato di polizia di Nola a sporgere denuncia contro ignoti. “Siamo rimasti senza parole – dice il sindaco – all’inizio abbiamo pensato ad un errore del sistema, poi ci hanno spiegato del furto informatico. Sarebbe stato un dramma in periodo di votazioni con certificati da fare per gli elettori. Ci scusiamo per i disagi  ma, purtroppo, il server è stato violato e hanno chiesto all’Ente anche un riscatto in denaro, che chiaramente non pagheremo sperando di risolvere la situazione quanto prima”. Nell’era digitale succede anche questo.  

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online