Calcio, Coppa Italia Eccellenza: Nola in finale solo ai calci di rigore

PONTECAGNANO – Il  Nola vola in finale di Coppa Italia Dilettanti. I bianconeri di mister Liquidato possono far festa sull’ostico campo del Picciola pur applaudendo la prestazione dei salernitani riusciti nella non semplice impresa di pareggiare il 2-0 subito all’andata nei 90’. Poi dal dischetto ci hanno pensato Zaccaro, Mocerino, Sacco, Olivieri ed un colpo di reni di Avino a scatenare la festa bianconera allo stadio XXIII Giugno di Pontecagnano al termine di una semifinale tanto combattuta quanto intensa e vibrante nei 180’ complessivi. Il Nola 1925 affronterà in finale di Coppa Italia Dilettanti il Savoia che è riuscito a ribaltare il 3-1 incassato all’andata contro il Forio infliggendo agli isolani un rotondo 4-1 dinanzi a circa 3000 spettatori. La finalissima che sarà disputata in gara unica e su campo neutro (sede ancora da stabilire), si disputerà il giorno 7 febbraio. Mister Liquidato, reduce dalla bella vittoria in campionato sul Solofra (4-0) attua un massiccio turnover contro il Picciola. Il tecnico bianconero cambia in difesa lanciando sugli esterni Falanga e Arigò, e in attacco dove al posto di Scielzo e Zaccaro inserisce Tagliamonte e Thiam preferendo D’Abronzo in mediana con Sacco spostato in attacco. Il Picciola parte molto forte con Trezza lanciato in attacco da mister Villeco per sfruttare le sue doti aeree. Scelta che si rivela subito azzeccata con la retroguardia bianconera costretta agli straordinari sulle sponde del difensore salernitano utilizzato come ariete. Al 18’ sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti del Nola, Di Giacomo indovina l’inzuccata vincente che riapre il discorso qualificazione. Il Nola subisce un minimo di contraccolpo psicologico ma riesce a tornare negli spogliatoi con ancora il risultato complessivo dalla sua. Nella ripresa il Picciola prova a dare il tutto per tutto. Sull’ennesima sponda di uno scatenato Trezza, al 14’ del secondo tempo, Carfagno indovina un tiro al volo dal limite dell’area imparabile per Avino. Lo stadio XXIII Giugno di Pontecagnano si fa incandescente nonostante le gelide folate di vento, mentre il Nola abbozza una reazione. I neoentrati Zaccaro, Scielzo e Falivene provano ad imprimere la scintilla ad un match che prima per merito di Mocerino e poi per un grossolano errore sotto porta, Trezza non chiude. Triplice fischio del signor Coluccino di Avellino e parola al dischetto dei rigori. Zaccaro, Mocerino, Sacco e Olivieri non sbagliano mentre il Picciola si ritrova a fare i conti con un paio di balzi felini di Avino. Il Nola porta a casa la qualificazione alla finalissima di Coppa Italia Dilettanti nonostante una giornata decisamente storta. Onore al Picciola, alla sua tenacia ed alla sportività di pubblico e società. A Nola può iniziare la festa, il primo obiettivo stagionale è stato centrato.

PARLA IL MISTER – “Abbiamo giocato una brutta partita concedendo tanto ai nostri avversari che sono stati protagonisti di un match praticamente perfetto – ha esordito nel post gara, mister Stefano Liquidato – forse ho esagerato con il turnover e certamente questa partita mi servirà da lezione ma oggi, prima della prestazione e degli episodi, contava passare il turno. Ce l’abbiamo fatta e questo è un dato che deve consolarci e renderci orgogliosi perché una grande squadra deve saper anche soffrire. Faccio i complimenti ai ragazzi, alla società e ai nostri tifosi che volevano fortemente questa finale e soprattutto voglio fare un grosso applauso al Picciola per come ha giocato e per come, a fine partita, si è complimentato con noi. Queste cose fanno bene al calcio anche quando la tensione sale alle stelle”.

 

IL TABELLINO 

PICCIOLA  – NOLA 2-(3-4 dcr)

PICCIOLA: Amabile, De Matteis, Anzalone 2000, Sabatino, Di Giacomo, Trezza, Delle Serre 98, Salese, De Maio 99 (61′ Castaldi 2000), Maisto, Mercogliano 98 (51′ Carfagno).
A disposizione: G. Olivieri 98, Avagliano, Barra 99, Zottoli, Vitolo 99.
Allenatore: Villecco.

NOLA: Avino, Mocerino, Falanga (51′ Cossentino 98), D. Olivieri, D’Abronzo, Schioppa, Arigò 98(49′ Falivene 2000), Vaccaro (73′ Scielzo), Thiam 2000 (51′ Zaccaro), Tagliamonte 99, Sacco.
A disposizione: Esposito, Improta, Caruso 2000.
Allenatore: Liquidato.

ARBITRO: Coluccino (Avellino).

ASSISTENTI: Pelosi (Ercolano) e Dell’Isola (Sapri).

RETI: 18’ Di Giacomo, 59’ Carfagno.

SEQUENZA RIGORI: Salese (gol), Zaccaro (gol), Trezza (parato), Mocerino (gol), Sabatino (gol), Sacco (gol), Di Giacomo (gol), Scielzo (parato), Maisto (fuori), D. Olivieri (gol).

NOTE: pomeriggio soleggiato, spettatori 400 circa. Ammoniti: Anzalone, Trezza (P), Mocerino, D. Olivieri, Arigò (N).





Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com