Nola, che peccato: il sogno Coppa Italia svanisce ai rigori contro il Savoia

PAGANI –  Si è conclusa ai rigori la Finale di Coppa Italia Dilettanti tra Savoia e Nola. In uno Stadio Marcello Torre di Pagani gremito da oltre 3000 spettatori provenienti da Nola e Torre Annunziata, le due regine dell’Eccellenza campana si sono battute per oltre 120’ di gioco per poi sfidarsi alla lotteria dei penalty. Ad esultare è stato il Savoia riuscito nell’impresa di portare a casa una Coppa Italia che ha però restituito al calcio campano un grande Nola. Merito degli uomini di mister Liquidato ma anche dei 1400 tifosi bianconeri che hanno incitato e spinto la squadra a giocarsela alla pari contro una corazzata come il Savoia. Una giornata insomma da ricordare, al di là del risultato finale, poi conclusa dopo la mezzanotte allo Sporting Club quando al rientro da Pagani la squadra ha ricevuto il saluto ulteriore dei suoi tifosi che hanno esortato il gruppo bianconero a lanciarsi all’inseguimento della promozione in serie D.

LA PARTITA – Il match aperto dalla rete del Savoia di Caso Naturale, ha visto il Nola non chinare la testa dinanzi alla classe ed al dominio territoriale oplontino. Senza Olivieri (perno del centrocampo nolano) e poi Schioppa (il capitano si è fermato al termine del primo tempo), il Nola ha rialzato la testa nella ripresa grazie al solito guizzo in area di rigore di Scielzo al termine di un’azione spettacolare iniziata da Vaccaro e poi rifinita da Sacco e Colonna. Dopo il pari il match si è letteralmente infiammato: Avino ha vestito i panni di superman siliconando la porta bianconera sugli attacchi di Esposito (subentrato a Fava) e Caso Naturale. Dopo 30’ di battaglia supplementare, nel corso dei quali veniva espulso Scielzo, gli errori dal dischetto dei bianconeri Mocerino e Falanga, scatenavano la festa del Savoia. Grande orgoglio per il Nola riuscito nella piccola impresa di costringere la corazzata Savoia a sudare le proverbiali sette camice.

LE PAROLE DEL MISTER – “Abbiamo dato tutto, forse anche di più – ha dichiarato mister Stefano Liquidato a fine partita – complimenti al Savoia che ha dimostrato di essere veramente una squadra pazzesca, ma anche complimenti ai miei ragazzi per come hanno tenuto il campo e per come hanno giocato questa finale. Il Nola ha dimostrato di valere il Savoia, ha dimostrato di essere una grande squadra, ha dimostrato di essere un gruppo, ha dimostrato di potersela giocare alla pari contro tutti. Adesso testa al campionato per provare a scalare una classifica molto corta che può ancora regalarci emozioni e soddisfazioni. Voglio infine fare un ringraziamento al nostro fantastico pubblico. Alla vigilia di questa finale si diceva che avremmo perso nettamente e che loro avrebbero praticamente giocato in casa. Abbiamo zittito entrambe queste voci. Grazie Nola – ha concluso mister Liquidato – adesso ripartiamo con ancora più grinta e determinazione”.


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com