Terra dei fuochi: sequestri, denunce e sanzioni per 250mila euro

CASORIA- Operazione di controllo straordinario del territorio del comune di Casoria e limitrofi, disposta dall’Incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi nella regione Campania, Gerlando Iorio. In campo 35 equipaggi, per un totale di circa 90 unità tra polizia di Stato, carabinieri, Gdf. funzionari dell’Arpac, della Asl, dell’Ispettorato del Lavoro, del Comando della Polizia locale di Casoria e della Polizia Metropolitana.
Sono state controllate 19 attività imprenditoriali e commerciali operanti nel settore dell’edilizia, della lavorazione di materiali ferrosi, della falegnameria e della riparazione di veicoli, di cui 11 sequestrate per violazioni della normativa ambientale e per mancanza delle previste autorizzazioni amministrative. Due aziende sono state sanzionate amministrativamente e sottoposte a sospensione dell’attività.
In particolare, a Casoria è stata individuata un’area di circa 6.000 mq ove venivano gestiti abusivamente circa 40 tonnellate di rifiuti speciali anche pericolosi, costituiti da scarti edili e parti di veicoli fuori uso. Nella circostanza venivano sottoposti a sequestro 29 veicoli, 3 imbarcazioni, tre containers e attrezzature strumentali varie per l’esercizio dell’attività di autocarrozzeria ed officina meccanica; il tutto senza alcun titolo autorizzativo ed alcuna protezione ambientale. Nelle attività erano impiegati 5 operai in violazione alla normativa del lavoro, di cui uno irregolare sul territorio nazionale.
Nel Comune di Arzano è stata individuata un’area di circa 30.000 mq occupata da dieci aziende, alcune delle quali totalmente abusive, che a vario titolo violavano la normativa ambientale. Dei 16 dipendenti, addetti a tali aziende, 8 erano impiegati in violazione alle norme sul lavoro e uno irregolare sul territorio nazionale. Nel complesso sono state contestate sanzioni amministrative per circa 250.000 euro.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online