Padre e figlio arrestati per ricettazione: nei guai anche un meccanico

CASERTA- Due arresti per ricettazione a Trentola Ducenta e Parete. I carabinieri del Noe hanno arrestato Giuseppe e Luigi Cantile, padre e figlio. I due sono stati sorpresi dai militari dell’Arma nel cortile della loro abitazione intenti a smontare le parti meccaniche ed elettriche della carrozzeria di una Fiat Panda priva di targhe rubata a Caserta lo scorso 7 marzo. La successiva perquisizione dell’immobile ha consentito di rinvenire, occultate in sacchi di plastica, altre parti già smontate ed appartenenti allo stesso mezzo, nonché la targa e i documenti di circolazione risultati appartenere ad una fiat 500x, anch’essa rubata a Caserta lo scorso 12 marzo. Le ulteriori indagini hanno consentito di individuare e perquisire un autofficina, il cui titolare, un quarantaquattrenne di Parete, è stato deferito in stato di libertà per  detenzione illecita di sostanze stupefacenti, poiché trovato in possesso di 40  grammi di marijuana e ricettazione, in quanto, all’interno della sua attività, sono state rinvenute, alcune parti della carrozzeria e della centralina in uso alla predetta fiat 500x oggetto di furto e  vari smartphone e tablet di provenienza illecita. Infine l’uomo è stato denunciato per gestione di rifiuti non autorizzata.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online