“Sono stata venduta”: ragazza di 17 anni scappa di casa, salvata da volontari a Napoli

Una ragazza di 17 anni, la cui scomparsa era stata denunciata alcuni giorni fa dal presunto padre, è stata trovata in via Toledo a Napoli da alcuni volontari che le hanno trovato riparo in un istituto religioso dove la ragazza ha ammesso di essersi allontanata dalla famiglia. La giovane, che era infreddolita e avvolta da coperte e cartoni, ha raccontato la propria storia agli agenti dell’Unità Operativa Tutela Minori ed Emergenze Sociali della Polizia Municipale dicendo di essere finita nelle mani di una coppia di aguzzini.
La ragazza, in lacrime, ha raccontato di essere stata venduta ancora piccolissima all’uomo che ne aveva denunciato la scomparsa e che l’ha cresciuta assieme ai suoi quattro figli portandola qualche anno fa in Italia.
Qui sono iniziati i maltrattamenti: i due, che non hanno mai provveduto a darle un’istruzione, l’hanno invece da sempre costretta a mendicare o a lavare i vetri ai semafori cittadini e in caso di rifiuto la picchiavano selvaggiamente spesso utilizzando aste di legno.
La ragazza che, effettivamente presenta caratteristiche somatiche e fisiche diverse dai presunti genitori, è stata immediatamente condotta in struttura protetta mentre sono in corso le indagini per appurare la veridicità della dichiarazioni raccolte.
Per i reati ravvisati è stata inviata dettagliata informativa di reato a carico dei due soggetti sia alla procura ordinaria che alla Procura per i minorenni di Napoli. (ANSA).

Print Friendly, PDF & Email

TAG