Botte alla moglie incinta, il bimbo è salvo: marito violento in carcere

GRAGNANO- Un altro caso di violenze contro una donna incinta dopo la terribile vicenda di Procida dove una donna ha perso il bimbo a seguito delle botte del marito. Stavolta i carabinieri della stazione di Gragnano hanno arrestato un 37enne  responsabile di maltrattamenti e lesioni personali gravi nei confronti della moglie incinta da 4 mesi. Ieri sera, all’ennesima aggressione, la donna si era recata in ospedale riferendo ai medici di essere stata picchiata dal marito: immediate, a quel punto, le indagini sanitarie e la chiamata al 112. Arrivati in ospedale i militari hanno raccolto la denuncia della donna che ha raccontato quanto fosse appena accaduto nonché le violenze subìte negli ultimi anni, mai denunciate. I carabinieri hanno dunque immediatamente rintracciato l’uomo, arrestandolo. La donna è stata ricoverata per essere sottoposta all’intervento chirurgico di ricostruzione delle ossa facciali lesionate; continua a portare avanti la gravidanza, monitorata dai medici.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com