Elezioni 2018, a Cicciano il centrosinistra ha scelto Tarantino

CICCIANO (Nello Lauro- Il Mattino)- Il centrosinistra ciccianese ha scelto. Sarà ancora Giuseppe Tarantino, 49 anni, consigliere comunale uscente, il candidato alla carica di sindaco della coalizione per le elezioni amministrative del prossimo 10 giugno. Nell’assemblea di circolo la sezione locale del Partito Democratico ha sciolto il nodo sui suoi candidati che confluiranno in una lista civica con il coinvolgimento di altre forze politiche, della società civile, del mondo dell’associazionismo. L’assemblea dei Dem ha accolto la proposta unitaria di Tarantino, attualmente dirigente del servizio economico e finanziario dell’Asl di Caserta e già candidato alla carica di primo cittadino nel 2013. Oltre alla sua figura saranno parte della squadra anche Felicia Delle Cave, consigliere comunale di opposizione e un altro componente del direttivo, su proposta del segretario del Pd Clemente Arvonio, nome che sarà deciso, nella prossima riunione del direttivo. “L’obiettivo è quello di andare a mettere una nostra rappresentanza ad amministrare questo paese e rivendicare un ruolo che ormai non abbiamo da fin troppo tempo. Per far ciò serve un partito forte, rilanciare l’essere comunità e riscoprirsi squadra” – dice Arvonio. Primi nomi anche nel centrodestra che potrebbe schierare Giuseppe Caccavale, esponente di Forza Italia, già due volte sindaco di Cicciano nel 2002 e nel 2007, più volte assessore e che potrebbe e vorrebbe ricostruire una parte della ex squadra di governo con diversi esponenti della società civile. Il gruppo che fa capo all’attuale primo cittadino Raffaele Arvonio (non più candidabile perché reduce da due mandati consecutivi) dovrebbe virare sul nome di Giovanni Corrado, già delegato all’Urbanistica e alla polizia locale e confermare l’attuale maggioranza consiliare. Debutto assoluto alle Comunali per il Movimento 5 Stelle, gruppo extraconsiliare e primo partito a Cicciano dopo le elezioni politiche dello scorso mese di marzo, che avrebbe scelto, in attesa del simbolo, l’avvocato Nunzia Coppola. Della partita elettorale potrebbe far parte anche Filomena Cavezza, ex consigliere comunale di opposizione, che sfiorò l’elezione nel maggio 2007 sconfitta al fotofinish da Giuseppe Caccavale: sulla candidatura della “lady di ferro” stanno lavorando ex assessori, ex componenti dell’Udc e Noi con Salvini.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online