“Sostanze chimiche nel sangue”: da autopsia la verità su morte di Nico

NAPOLI- Nicola Marra, il 21enne napoletano morto dopo una serata in discoteca a Positano, sarebbe stato ucciso da un mix di sostanze chimiche nel sangue. Lo stabilisce l’autopsia effettuata sul corpo del ragazzo. Come rivela Il Mattino, si tratta di sostanze non ancora tipizzate la cui presenza nel sangue del giovane farebbe pensare che, al contrario di quanto si era supposto all’inizio, Nico non sarebbe stato ucciso da un presunto abuso di alcol. Si tratta ora di stabilire che tipo di sostanze siano state assunte dallo studente napoletano e quanto abbiano inciso sullo stato di agitazione in cui molti hanno testimoniato si trovasse quella notte. Era la vigilia di Pasqua, Marra, ragazzo di ottima famiglia partenopea e studente brillante iscritto alla Luiss di Roma, era andato in una discoteca di Positano con due amiche. Nel corso della serata ha lasciato il locale in stato di forte agitazione, è stato poi ritrovato morto in un dirupo.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com