“Catena di montaggio” dello spaccio, arrestati 4: sono pusher e vedette

MELITO- Sgoninata dai carabinieri una “squadra” dedita allo spaccio. Uno di loro dopo la fuga è stato preso solo grazie al cestello telescopico dei vigili del fuoco.
Gli anelli della catena di montaggio dello spaccio arrestati dai carabinieri della tenenza di Melito sono Mario Riccio, 40 anni, Gennaro Iorio, 23enne, Domenico Pinto, 33enne e Salvatore Criscito, 39enne, tutti di Melito e tutti arrestati nei dintorni di una palazzina di edilizia popolare. Riccio
entrava e usciva da uno dei palazzi per rifornire di dosi Iorio che, trincerato nell’androne, vendeva dosi agli acquirenti attraverso una fessura ricavata nel muro; gli altri 2 si adoperavano come vedette. Notati e poi osservati per qualche minuto, sono stati tutti bloccati dai militari e arrestati per spaccio in concorso. Iorio, in particolare, era fuggito nel sottotetto del palazzo dove si era chiuso dietro una porta blindata ma è stato comunque arrestato dai carabinieri che hanno raggiunto il sottotetto dall’esterno grazie all’intervento dei vigili del fuoco che hanno impiegato il cestello con il braccio telescopico. iorio aveva per altro con sé un borsello con 5 dosi di marijuana, 9 di hashish e 15 euro.
Nel vano motore dell’ascensore condominiale, inoltre, è stata sequestrata la “scorta”: 49 dosi di marjuana, 77 di cocaina e 100 di crack.
I quattro sono ora in carcere.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com