Cicciano, Tarantino accusa: ho subito un attentato politico

CICCIANO (Nello Lauro- Il Mattino)- Un medico di base, un ingegnere ed un commercialista. Sono i tre protagonisti occulti di un “attentato politico” andato in scena a Cicciano. Un thriller elettorale in piena regola, iniziato con la decisione di Giuseppe Tarantino, consigliere di minoranza uscente, di candidarsi a sindaco con la civica “Insieme per il bene comune” e terminato con il fallimento del progetto perché a poche ore dalla presentazione delle liste si è trovato senza gli appoggi e i candidati. Questa la sintesi di quanto accaduto lo scorso 11 maggio ma i dettagli li ha spiegati lo stesso Tarantino davanti alla sede della sua neonata associazione che tra i soci fondatori ha gli aspiranti consiglieri esclusi e ad un numeroso pubblico. Non ha fatto nomi ma ha tracciato l’identikit dei ciccianesi che lui considera mandanti di un “killeraggio elettorale”. “Dopo avere ideato questo progetto con l’altra consigliere comunale Felicia Delle Cave- ha dichiarato Tarantino- mesi fa ho incontrato un noto medico di base, persona che stimo e che si è mostrata interessata al mio progetto. Lui stesso mi ha poi messo in contatto con un ingegnere non nuovo alla politica locale che ha conquistato la mia fiducia. Infine ho incassato anche l’appoggio di un commercialista in politica da anni, che ha proposto di far confluire nella mia lista persone da lui indicate”. Tutto sembrava scritto per plasmare una compagine capace di contrastare le liste di Corrado, Caccavale e Coppola. Ma a meno di 12 ore dalla presentazione dei nomi tutto si capovolge, evento non affatto raro a Cicciano. “Il commercialista dice che non ha più i suoi candidati. L’ingegnere è a Roma e non c’è traccia del suo prescelto e per il medico di base accade lo stesso. Senza parlare dei “mercenari” che attendono sempre l’ultimo momento utile per trovare un posto. Rimasto senza questi appoggi, non ho voluto raffazzonare lo schieramento e bruciare i miei 9 leoni rinunciando alla lista. E’ stato un gesto di malafede politica ed un attentato eseguito da chi farebbe bene a scomparire dalla politica ciccianese”. Affianco a Tarantino, molti  dei suoi aspiranti candidati tra cui Veria Vassallo, consigliere uscente, Luigi Rastelli e Massimo De Luca. Delusa Vassallo: “Siamo un gruppo che aveva ed ha tanti progetti per cambiare questo paese, ma qualcuno che la politica la sa solo sporcare lo ha fermato. La nostra battaglia comunque continua per dare ai ciccianesi quelli che meritano. Per questo chiedo a tutti di scegliere la dignità e non chi alla città non ha dato niente nonostante si presentasse come il cambiamento”. Emozionati i giovanissimi Luigi Rastelli e Massimo De Luca, per entrambi la delusione per il mancato varo della lista ma la promessa: “Continueremo ad impegnarci per la nostra comunità”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com