Estorsioni e pestaggi a commercianti taglieggiati: 6 in cella a Brusciano

BRUSCIANO- Operazione anticamorra a Brusciano: arrestati sei presunti affiliati al clan Rega che controlla gli affari illeciti a Brusciano e nell’hinterland. Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri di Castello di Cisterna, i sei sono accusati di tentata estorsione, estorsioni e lesioni personali, reati aggravati da metodo e finalità mafiose. Stando alle indagini dei carabinieri, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia, i sei indagati avrebbero effettuato estorsioni ai danni di imprenditori e commercianti della zona, arrivando in un caso ad aggredire una delle vittime, ‘rea’ di avere saltato il pagamento di una rata del ‘pizzo’. Per quel motivo l’uomo fu picchiato selvaggiamente nel corso di una spedizione punitiva organizzata per convincerlo a riprendere i pagamenti.

I NOMI DEGLI ARRESTATI:

Tommaso Rega, detto ‘O Chirichiell’, 53 anni, di Brusciano

Vincenzo Turboli, 39 anni, di Brusciano

Tommaso Di Maio, 48 anni, di Brusciano

Maurizio Castellano, 43 anni, di  Brusciano

Giovanni Rega, 28 anni  (già detenuto per altra causa)

Nicola Vallefuoco, 32 anni (già detenuto per altra causa)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com