“Siamo i capiclan” e pretendono da bere gratis: due arresti in Valle Caudina

BENEVENTO- Estorsioni ai danni di bar della Valle Caudina, due arresti ad Arpaia. I carabinieri di Montesarchio hanno eseguito un’ordinanza cautelare agli arresti domiciliari disposti dal gip del tribunale di Benevento nei confronti di due persone accusate di violenza privata, minaccia aggravata, lesioni personali, porto illegale di arma da fuoco, danneggiamento, nonché, in concorso tra loro, del reato di estorsione e  furto aggravato presso alcuni esercizi commerciali. Insieme a loro avrebbe agito un minorenne. Stando alle indagini, i tre si sarebbero resi protagonisti di una serie di gravi comportamenti nei confronti di alcuni giovani di Airola, costretti prima a fermare la loro vettura e poi aggrediti con un coltello puntato alla gola, con schiaffi e pugni e persino esplodendo un colpo di pistola all’interno della macchina. I due arrestati, in un caso, erano andati in due bar di Montesarchio e San Martino Valle Caudina e “autoproclamandosi” capi clan avrebbero schiaffeggiato alcuni avventori costringendoli a farsi offrire da bere portando infine via anche degli alimenti dal bancone senza pagarenon prima di avere distrutto bottiglie e suppellettili.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com