Disastro a San Vitaliano, i sindaci: vietato stare all’aperto e sospesi eventi

SAVIANO/ CICCIANO- Dopo il devastante incendio del deposito di ecoballe “Bruscino” di San Vitaliano, scatta la task force dei sindaci del Nolano. Gli effetti del rogo sono già visibili: a cinque ore dalla conflagrazione la nube di fumo è ancora visibile da chilometri di distanza e l’odore acre di bruciato appesta l’aria dal Baianese alla provincia di Napoli. Per questo il sindaco di Saviano Carmine Sommese, attraversi la pagina ufficiale del Comune, ha informato la cittadinanza del costante contatto tra i primi cittadini e la Prefettura e la Protezione civile, mentre Asl, Arpac e vigili del fuoco stanno monitorando la situazione. “Nel frattempo- scrive Sommese- vi invito in via cautelativa a non trattenervi all’aperto se non strettamente necessario”. A Cicciano il sindaco Giovanni Corrado ha emesso ordinanza in cui vieta di stare all’aperto chiedendo di restare in casa con finestre chiuse, vieta manifestazioni ludico sportive e eventi all’aperto. Stessi divieti anche a Cimitile, sulla base dell’ordinanza del sindaco Nunzio Provvisiero.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com