Incidente nel pastificio di Nola, i sindacati: chiudere azienda per funerali di Aniello

NOLA (Nello Lauro)- “Chiederemo all’azienda nel giorno dei funerali del povero Aniello che l’attività si fermi per permettere a tutti di partecipare all’ultimo saluto”. Sono le richieste del sindacalisti Francesco Fattoruso (Fai Cisl Napoli) e Maurizio Vitiello (Uila) che ieri  mattina hanno incontrato alcuni dipendenti del pastificio Ferrara dove è morto il 32enne Aniello Bruno schiacciato da una pressa. “Sono tutti scossi per la morte di un giovane sul luogo di lavoro – dicono – e per un ragazzo sempre sorridente e disponibile con tutti in azienda”. Anche nel fine settimana il pastificio di Polvica di Nola resterà chiuso per permettere altri controlli e verifiche e cercare di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. “Altra cosa che chiederemo – affermano Fattoruso e Vitiello – è quella di investire ancora di più in formazione e sicurezza: è impensabile che queste cose possano accadere in un’azienda che investe tanto nel futuro”. E fuori ai cancelli c’è anche chi piange per l’amico con cui arrivava a lavoro: “Ieri siamo venuti insieme in azienda e di sera non ho potuto accompagnarlo a casa: mi mancherà”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com