Grumo Nevano, segue la fidanzata dell’amico sui social network: lite e sparatoria

GRUMO NEVANO – I carabinieri della stazione di Grumo Nevano hanno sottoposto a fermo per tentato omicidio e porto e detenzione illegali di arma da fuoco Eduardo Gervasio un 35enne del luogo, vittima del tentativo di omicidio un 30enne di Casandrino agli arresti domiciliari. All’origine del gesto la richiesta di Gervasio di “seguire” su un social la fidanzata di un amico del 30enne. I 2 uomini discutono e l’8 agosto Gervasio va a casa della vittima: spara –come affermano testimoni- e fugge. Dopo qualche ora al 112 arriva la segnalazione di colpi di pistola proprio nel cortile del palazzo in cui vive Gervasio. Come ricostruito dai militari anche grazie a telecamere e testimoni, il 30enne, evaso dai domiciliari, si era fatto accompagnare da un amico in scooter a casa di Gervasio per replicare al gesto, era sceso, aveva percorso il cortile ed era entrato nel palazzo. dopo qualche minuto però ne era uscito di corsa perché Gervasio gli aveva di nuovo esploso dei colpi contro, verosimilmente ad altezza d’uomo, anche se non raggiungendolo. Dopo il botta e risposta si erano dati entrambi alla macchia, tuttavia il 30enne è stato comunque denunciato per evasione mentre Gervasio, presentatosi spontaneamente dai carabinieri, è stato sottoposto a fermo e accompagnato nel carcere di Poggioreale.
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online