Detenuto del carcere di Ariano Irpino aggredisce psichiatra

AVELLINO- Un detenuto del carcere di Ariano Irpino ha aggredito uno psichiatra durante una visita. Lo rende noto l’Uspp, Unione dei Sindacati di Polizia Penitenziaria. Si è reso necessario l’intervento del 118. Il sindacato ha indetto lo stato di agitazione “per la grave carenza di organico e di risorse dell’area sanitaria, con particolare riferimento ai detenuti con problematiche psichiatriche dov’è è necessario l’invio urgente di operatori specializzati per garantire una adeguata gestione terapeutica”.
“Sono comunque troppi – sottolinea Ciro Auricchio, segretario regionale dell’Uspp – i detenuti affetti da patologie psichiatriche ristretti negli istituti penitenziari campani e pochi sono gli strumenti di sostegno. Per Auricchio è necessario “aprire nuove residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza sul territorio di Napoli, per decongestionare le sezioni psichiatriche degli istituti di pena”.(ANSA

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online