Omicidio Noemi: Lucio Marzo condannato a 18 anni e 8 mesi

No Banner to display

E’ stato condannato a 18 anni e 8 mesi di reclusione Lucio Marzo, il 18enne di Montesardo Salentino reo confesso dell’omicidio della sua fidanzata sedicenne Noemi, uccisa il 3 settembre del 2017. Lo ha deciso il Tribunale dei Minorenni di Lecce dove il processo si è celebrato con rito abbreviato.

“Non potrò mai perdonarlo, bisogna dargli l’ergastolo”, ha detto Imma Rizzo, la madre di Noemi. Con Lucio, ha spiegato la donna, “ci siamo guardati negli occhi e in quello sguardo c’era un anno intero di sofferenza”. “La parola perdono – ha sottolineato – non esiste perché non potrò mai perdonarlo. Lui dovrà chiedere perdono a Noemi e alla sua coscienza”. “Bisogna che cambi questa giustizia – ha aggiunto la mamma di Noemi – che cambino queste leggi: un reo confesso di un delitto fatto con così tanta crudeltà non può partire con un rito abbreviato per minori”. “Bisogna dargli l’ergastolo – ha concluso – poi si vede in che maniera recuperarlo, ma in un secondo momento. Intanto deve pagare”. (Ansa)


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com