Roma, 17enne segregata in casa dai genitori perché lesbica

No Banner to display

Segregata in casa perché lesbica. E’ quanto denuncia il Gay Center, raccontando la storia una 17enne che sarebbe stata “sequestrata” dai genitori per circa un anno nell’appartamento di famiglia in provincia di Roma. La ragazza viveva in un clima di continua violenza ed era tenuta chiusa in casa, senza possibilità di uscire. In merito alla vicenda, la mamma della giovane è indagata per maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona. Del fatto si è occupato l’Oscad (Osservatorio di polizia e carabinieri contro le discriminazioni) sotto il coordinamento della Procura di Velletri. Ora la ragazza è in una struttura protetta per minori. “La scorsa settimana con il supporto dell’Oscad abbiamo liberato una ragazza di 17 anni vittima di violenza familiare in provincia di Roma” rende noto Fabrizio Marrazzo, portavoce Gay Center, spiegando che “la ragazza ha raccontato una situazione familiare molto grave, da quando i genitori, un anno fa, hanno scoperto che era lesbica. “In particolare la ragazza – sottolinea Marrazzo – viveva in un clima di continua violenza ed era sequestrata in casa, dove i familiari non la facevano più uscire”.


Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com