Stesa in via Chiatamone per vendetta dopo furto scooter: c’è un arresto

NAPOLI- Stesa in via Chiatamone, arrestato il presunto responsabile. Si tratta di un giovane incensurato di Ponticelli  ora ai domiciliariche, da quanto emerso dalle indagini,  nel tardo pomeriggio dell’8 aprile si era recato, insieme alla propria compagna, in uno dei ristoranti del lungomare di Napoli, affidando il proprio scooter a due parcheggiatori abusivi che gestivano la sosta in via Chiatamone. Al termine del pranzo, tuttavia, si accorgeva di essere stato vittima del furto del ciclomotore e, per questa ragione, iniziava un vivace litigio con gli abusivi, colpevoli, a suo dire, di non collaborare alla restituzione di quanto asportato. L’uomo e la donna si erano pertanto allontanati da via Chiatamone a bordo dell’autovettura di un conoscente  per poi farvi ritorno dopo circa un’ora, alle 20.30 circa. Infatti, sceso dall’auto, una Fiat Panda, l’indagato ha impugnato una pistola recuperata per l’occasione e iniziato una folle sparatoria per intimidire i parcheggiatori e fare scontare loro il furto patito, incurante dei numerosi passanti che, a quell’ora, erano intenti a passeggiare lungo la centralissima via. L’esplosione dei colpi (il sopralluogo effettuato dai CC del Comando Provinciale di Napoli ha permesso di repertare 6 bossoli a fondo percosso “S&B 03-16” calibro 9×21), alcuni dei quali sparati anche ad altezza d’uomo come documentato dai danni riportati da alcune autovetture parcheggiate in quel tratto di strada, ha generato il panico tra la gente riversatasi sul lungomare, spintonandosi e ribaltando i tavolinetti all’esterno dei ristoranti. Solo dopo aver esaurito l’azione di fuoco, il giovane è salito a bordo dell’autovettura con cui era arrivato ma la scena è stata registrata dalle telecamere di alcuni negozi e grazie a queste si è risaliti all’uomo.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online