Ordigni e rifiuti, la Lega Noi Salvini attacca il Comune: “Non si amministra così”

Ordigni e rifiuti. La “Lega Noi con Salvini”di Cicciano attacca l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Corrado alle luce degli ultimi fatti accaduti in città. “Solidarietà al negozio che ha subito l’attentato la scorsa notte  – dice il delegato leghista Umberto De Luca – e pur nell’amarezza per questo vile atto intimidatorio non  possiamo non interrogarci su quanto stia accadendo ultimamente. Ci si ostina a raccontare un paese che non esiste”.  “Un paese dove l’illuminazione pubblica, in gran parte del paese, sono mesi che non funziona, nonostante varie denunce e solleciti i cittadini restano vittime della burocrazia e dell’immobilismo istituzionale che nel caso in specie crea seri problemi di sicurezza e di incolumità e rende semplice l’agire di eventuali malintenzionati” continua De Luca. Anche sull’argomento rifiuti il rappresentante locale di “Noi Salvini” è duro: “C’ un evidente fallimento dell’azione di governo rispetto al problema: vogliamo ricordare che lo Stir di Tufino è da tempo che funziona alla medesima modalità–porti l’indifferenziato aspetti in fila il tuo turno e scarichi, così stanno facendo gli altri comuni limitrofi, che però non offrono lo stesso squallido spettacolo di abbandono. Il problema di Cicciano – dice ancora De Luca – non è da addossare ad altri se non alla ennesima evidente incapacità sia nel gestire il servizio che nel sapersi rapportare con la ditta a cui ha affidato lo stesso creando disagi all’interno del paese. Chi amministra propone soluzioni non scuse”.

Print Friendly, PDF & Email